MARATONA DI ROMA 20 MARZO 2011

Created by OnePlusYou

martedì 15 marzo 2011

MARATONA DI ROMA

E' passato un po' di tempo dall' ultimo post, troppo...e dopo il racconto della Maratona di Atene mi è tornata la voglia e l' occasione per rifarsi vivo è altrettanto prestigiosa. Il 20 marzo sarò alla partenza della Maratona di Roma!! Raggiungeremo la Città Eterna il venerdì in tarda mattinata, il pomeriggio e il sabato mattina lo dedicheremo alla visita della città, poi marathon expò e cena Blogtrotters. Domenica mattina maratona e verso sera ritorno a casa. Per tanti motivi non sono allenato come l' anno scorso e dopo la Mezza di Verona del 20 febbraio corsa con un tempo peggiore di quasi 4 minuti rispetto al 2010 vengo a cercare qui una prestazione che mi dia morale per programmare un buon 2011 di corsa e una 42,195 km autunnale.
Ciao e buone corse a tutti!!!

sabato 6 novembre 2010



Due medaglie per la mia peggior maratona...




Anche se il titolo del post è eloquente, ad una settimana dalla 28°Athens Marathon mi viene spontaneo e piacevole ripensare alle emozioni che ho condiviso con gli amici dell' Atletica Rotaliana in terra greca. Sono stati 5 giorni intensi dedicati anche a riscoprire i simboli della memoria storica della città di Atene. La rocca dell' Acropoli con il Partenone, il nuovo museo dell' Acropoli inaugurato da poco, il Teatro di Dioniso, l' Odeon di Erode Attico, l' Antica Agorà con il tempio di Efesto, Il Tempo di Zeus Olimpo sono alcuni dei passaggi che esaltano la mitologia e la magnificenza che la città di Atene rappresentavano per la civiltà. Meritano citazione anche il Centro Olimpico teatro delle Olimpiadi del 2004, anche se lasciato nel degrado più assoluto e lo stadio Panathinaikò costruito completamente in marmo pentelico e sede delle prime Olimpiadi della nostra epoca. E' proprio in questo glorioso stadio che era fissata la finish line della Athens Marathon dopo 42 km iniziati nella pianura di Maratona dove nel 490 a.C. il mito dell' invincibilità persiana venne distrutto dall' esercito greco.
Le medaglie, peraltro stupende, sono due perchè oltre a quella conquistata all' arrivo, l' organizzazione ne ha coniata una per l' anniversario dei 2500 anni dalla nascita della maratona.
Già da sabato al briefing pregara all' Athens Gate con Stefano Baldini si era capito che il percorso era duro, salita quasi ininterrotta dal 10 km fino al 31 km con sole in cielo e temperatura prevista abbondantemente sopra i 20°C. Il consiglio di Stefano era di partire controllati tenendo in salita una media che permettesse poi di fare velocità negli ultimi 10 km in leggera discesa. Facile dirlo per un campione olimpico, impossibile o difficile farlo per un master. Per la cronaca quel famoso giorno di sei anni fa lui fece gli ultimi 10 km in poco meno di 29 minuti!!!! Alla cena delle medaglie, la domenica sera, discutendone con lui abbiamo constatato che il suo tempo olimpico del 2004 di 2h10'55'' fatto su questo percorso vale sicuramente 3-4 minuti in meno su una maratona con altimetria più favorevole.
Questa è stata per me la mia prima maratona all' estero ma anche quella in cui ho sofferto di più, fino al 25 km sono riusciti a tenere una buona media, da lì in poi non avevo più le forze per spingere e dal 35 km il mio unico pensiero era di arrivare al traguardo. Negli ultimi 3 km mi sono fermato parecchie volte per bere e per alcuni tratti ho anche camminato, le gambe di legno mi impedivano di correre a 5' al km. A 700 metri dall' arrivo con le ultime forze ho sfilato la bandiera dal taschino e tenendola con le mani sopra la testa mi sono goduto il mio momento di gloria entrando al Panathinaikò correndo il rettilineo finale tra gli applausi del numeroso pubblico . Tempo finale 3h18'40''.
Per le aspettative che avevo per questa maratona il tempo finale non mi soddisfa pienamente, ma mi rendo che con un percorso così difficile e con un po' di stanchezza fisica accumulata era impensabile poter fare di più; in futuro ci sarà sicuramente l' occasione per riscattarsi. Di sicuro di questa avventura resterà un gran bel ricordo, le emozioni provate lungo queste mitiche strade e soprattutto dentro il Panathinaikò resteranno per sempre indimenticabili. Per ultimo ma non meno importante è il grazie per la compagnia ai miei compagni di corse e di avventura: Nerry, Nick 12 e Frate_tack! Che sia la prima di tante!!!
Ciao e buone corse a tutti!
Demis





giovedì 28 ottobre 2010

28° ATHENS CLASSIC MARATHON....
CI SIAMO!!!



















Tutto pronto per volare ad Atene sulle orme di Filippide e di Stefano Baldini...

Sperando di non dimenticare qualcosa:
-Canotta da gara Atletica Rotaliana
-Short da gara Nike
-Breath Termo Mizuno mezza manica
-Manicotti braccia e guanti
-Booster
-Calzini Kalenji Run 800
-Scarpe Mizuno Aero 8 (ma verranno con me anche le Rider 13)
-GPS Garmin e fascia cardio
-Cerotti per capezzoli
-4 bombe Enervit: pregara, 15Km, 25 Km e 35 KM
-Corredo Born2run

Lo start è fissato per domenica 31 ottobre alle ore 9:00 dal campo di battaglia di Maratona, la gara si snoda su di un percorso (quello della Maratona Olimpica del 2004) abbastanza impegnativo con un dislivello verticale di 225 metri distribuito su 20K di asfalto. L' arrivo è al Panathinaikon Stadium, il famoso stadio di marmo bianco costruito in occasione delle prime Olimpiadi del 1896. L' organizzazione dichiara 12.500 maratoneti alla partenza più altri 9.000 per la 5K e la 10K, il meteo prevede per domenica cielo coperto con temperature intorno ai 14°C durante la gara.
Le ultime 3 settimane sono state prevalentemente di scarico per poter assorbire bene lo sforzo della Lake Garda Marathon e per questo ho inserito solo 3 allenamenti di qualità. Unico neo è il paio di chili di troppo che ho preso, ma a parte questo mi sento bene fisicamente.

Time previsto: non so...

Obbiettivo: dare tutto e fermare il cronometro il prima possibile!!!!

Ciao Demis

martedì 12 ottobre 2010

Lake Garda Marathon

L' ho avuto per tutta la settimana prima della gara e c'è l' ho un po' ancora adessso....
Avrò fatto bene o avrò fatto male??? Il dubbio era se interpretare la Lake Garda Marathon come lungo allenante per la più prestigiosa maratona di Atene del 31 ottobre o se onorarla al meglio senza preoccuparmi di risparmiare energie. Nel pregara e durante il riscaldamento non ci ho pensato poi molto, anzi direi poco...infatti col numero attaccato al petto, si sa, le prospettive combiano eccome...in più "che gara è, se non c'è agonismo?". Come si sente dire spesso: l' importante non è partecipare ma metterci il meno possibile!!!
In gara non ci ho pensato proprio per niente, fatto sta che allo start sono partito pimpante, agevolato dalla strada in discesa e non aiutato dal GPS nel controllare l' andatura per via delle continue gallerie. I primi 20 km scivolano via lucidi e veloci, passo alla mezza in 1h33'14'', ma nei pressi di Arco inizio a sentire un senso di stanchezza, cerco di restare positivo e, anche se ho un fastidioso vento in faccia, mi conforto perchè i battiti restano bassi, intorno ai 155 bpm e il respiro appena impegnato. Sulla ciclabile di ritorno da Arco riesco ancora a tenere una buona velocità, ma da Torbole a Malcesine il ritmo cala un po' perchè ci sono dei saliscendi, ma di più perche lo vogliono le gambe, negli ultimi 5 km la maratona mi fa il conto...mi sento pesante e all' entrata del paese di Malcesine mi concedo 10 secondi al passo tra le due salite che anticipano l' arrivo e poco dopo, con il rettilineo finale tutto per me chiudo la seconda mezza in 1h36'23''. Tempo finale 3h09'37'', 72 assoluto.
Anche se resto lontano un abisso dal muro delle 3 ore e sopra di poco più di un minuto rispetto al mio personale, sono comunque soddisfatto, il calo nel finale e la pesantezza alle gambe sono la conseguenza sia dei troppi km fatti nell' ultimo mese, sia della mezza corsa a Villafranca la domenica prima. Adesso settimana tranquilla per smaltire la stanchezza e a pensare cosa fare e come impostare le ultime due settimane prima di Atene.

mercoledì 8 settembre 2010



MARATONE ALL' ORIZZONTE....

Basta allungare un po' lo sguardo che quasi quasi si vedono...ormai manca solo un mese alla Lake Garda Marathon e una cinquantina di giorni alla Maratona di Atene. Gli allenamenti procedono bene, senza problemi fisici...e la voglia di correre è già tanta.
Sono restato un po' indietro nel raccontare l' ultimo periodo, dunque vorrei fare un passo indietro.
Il 31 luglio ho partecipato al Giro del Lago di Resia che si è corso a Curon in Val Venosta, dove sono riuscito a ottenere l' obbiettivo che mi ero prefissato. Ho chiuso i 15,4 km che si sviluppano su un ondulato percorso intorno al lago in 1h02'21'' migliorando di 53'' il tempo dell' anno scorso. Sono partito con i piedi sulla riga con i migliori e i primi km sono andati via ad una media da paura, tanto che al 5 Km al passaggio sulla diga ero già cotto!!! Sul tratto in falsopiano ho calato un po' il ritmo stabilizzando i battiti intorno ai 175 bpm e ho così proseguito fino all' arrivo cercando di tenere la media di 4'/km. Unica pecca la discesa, ho sofferto particolarmente quella in picchiata all' 11 km dove ero duro e imballato, non sono riuscito a mollare le gambe e ho corso più piano degli ultimi 3 km in pianura. Qua forse ho perso 20- 30 secondi. Ne terrò conto per il prossimo edizione.
Dopo il Resia sono partito per le ferie e gli allenamenti sono continuati in terra di "butteri", all' ombra dei pini marittimi della Maremma Toscana. Lì si è girato parecchio passando dal Promontorio dell' Argentario, all' isola del Giglio con Giannutri, a Talamone, Castiglione della Pescaia, Grosseto con gran finale nella stupenda Capalbio.
L' 1 settembre ho corso in casa il 5° Trofeo Piana Rotaliana organizzato ottimamente dalla mia società l' Atletica Rotaliana su un percorso che si sviluppava per le vie del centro storico per un totale di 6.600 mt. Una gara veloce che non mi si addice, sono stato in campana fino al 2° km, poi più niente, infatti ho chiuso con quasi 2 minuti in più rispetto a quello che poteva essere un buon tempo...e anche qua ho sofferto particolarmente la discesa.
Il 5 settembre ero invece a Moena per la Marcialonga Running, una novità per me, visto che non l' avevo mai corsa. 26 km che uniscono il centro di Moena a quello di Cavalese. La gara si sviluppa in discesa per 23 km per poi inpennarsi negli ultimi tre. Folta e prestigiosa la partecipazione: circa 1600 partenti tra cui Orlando Pizzolato e Ottavio Andriani. Vista la distanza significativa e lo spauracchio dell' erta finale, sono partito più controllato del solito.Il percorso in discesa, soprattutto nei primi 6/7 km fino a Predazzo, agevolava molto la media, infatti senza particolare affanno ho tenuto i 3'50''-3'55''/km fino alla salita per Cavalese. Ho fatto quasi tutta la gara in sorpasso e sono passato alla mezza in 1h24'10''. All' inizio della salita sul primo tornante, ho sofferto parecchio il cambio di ritmo ma poi sono salito senza strappare fino all' arrivo. Tempo finale 1h46'11'' per 25,67 km, media 4'08''. Sono soddisfatto del risultato, questa gara mi è piaciuta, sarò sicuramente alla partenza anche il prossimo anno, naturalmente per migliorarmi.
Adesso il programma a breve prevede una novità: il 19 settembre si corre a Trento la Maratonina del Concilio. E' una non competitiva di 10,54 km, (che comunque secondo me vedrà alla partenza atleti d' elitè) che si inserisce in calendario come prova generale per la mezza maratona che si svolgerà a Trento il prossimo anno.
Nel frattempo continua la mia preparazione in vista delle maratone d ' autunno, inserirò in questo mese degli allenamenti di qualità e farò qualche lungo anche sopra i 30 km. Quello che uscirà da tutto ciò mi servirà per capire se nelle gambe c'è lo stesso Ritmo Maratona che c'è in testa.
Ciao e buone corse



giovedì 29 luglio 2010


MENO UNO AL GIRO DEL LAGO DI RESIA
Ebbene sì, sabato 31 luglio alle ore 17:00, dopo più di tre mesi, si ritorna a correre con un numero attaccato al petto. L' occasione è il Giro del Lago di Resia che si corre a Curon in Val Venosta. Il percorso si snoda intorno al Lago da dove sporge il famoso campanile ed è caratterizzato da 15,4 Km impegnativi per via dei sali-scendi continui dal 4° al 11°Km.
Per mancanza di tempo in questo mese ho trascurato assai il blog, ma non l' allenamento. La preparazione per questa gare è durata 5 settimane, nelle quali a mio modo ho inserito un po' di tutto. Ecco il dettaglio:
-Ripetute 6x1000m (4'02''-3'54''-3'54''-3'52''-3'53''-3'46'') recupero in corsa leggera
-Ripetute 8x1000m (3'44''-3'42''-3'45''-3'45''-3'47''-3'48''-3'45''-all' ottava sono scoppiato) recupero al passo fino a Fc=110 battiti al minuto
-Ripetute 4x2000 (3'55''-4'02''-3'56''-3'59'') recupero 3 minuti a 4'30''
-Ripetute in salita 6x100m pendenza 10/12% (tempo tra i 21'' e 25'')
-Ripetute in salita 8x100m pendenza 10/12% (tempo tra i 22''e 25'')
-Ripetute in salita 10x100m pendenza 10/12% (tempo tra 1 22'' e 26'')
-Medio collinare 15,22 Km a 4'18''
-Medio di 14,67 Km a 4'23''
-Giro del Lago di Molveno percorso ondulato su sterrato 16,34 Km a 4'52''
-Bigiornaliero: al mattino 13 Km a 4'11'', al pomeriggio 26 Km di bicicletta
-2 Fartlek
-3 Progressivi
-4 Corse rigeneranti
Totale Km dal 28 giugno al 29 giugno 253Km di cui 26 di bicicletta
Tutto sommato mi sono allenato bene; le temperature da deserto che ci sono state non mi hanno certo aiutato, ma avere 2-3 fontanelle sparse sul percorso dove mi alleno di solito, mi hanno aiutato a non fondere...Una cosa che avevo in programma e che non sono riuscito a fare è l' allenamento di ripetute 10x1000m , ma nei giorni in cui era programmato e mi sentivo in forma, l' afa tropicale mi ha fatto desistere. Dunque per il Resia è tutto pronto, questa settimana è stata di scarico con un giorno di riposo fra un' allenamento e l' altro... finalmente si è corso con un po' di fresco.
L' obbiettivo è uno e uno solo, migliorare 1h03'14'' dell' anno scorso!!!
Good run

domenica 20 giugno 2010

MIDNIGHT SUN MARATHON 2010 TROMSO NORVEGIA 19 giugno 2010

Grandissimo risultato dei miei compagni di squadra dell' Atletica Rotaliana:

Pretto Nicola 2h 54' 10'', 8° assoluto e 4° di categoria
Pretto Stefano 2h 57' 59'', 13° assoluto e 6° di categoria
Rigotti Nereo 4h 43' 28'', 44° assoluto

Complimenti!!!!!!!!!!!!

martedì 25 maggio 2010



Si riparte...


Ero da un po' senza corse e senza post, ma ci sono ancora....e dopo un mese scarso di meritato riposo, fatto per lo più di uscite spensierate, ribattezzato "disintossicazione da chilometri, ho ripreso da una settimana ad allenarmi con una certa costanza,lasciando passare tra una corsa e l' altra un massimo di due giorni...Tutto questo era comunque programmato, in più qualche trasferta extra regionale per lavoro hanno fatto il resto. Devo dire che per riprendere la forma e la lena primaverile è un po' dura.....basta staccare un' attimo che si va a picco. Allenarsi a 25 gradi certo non aiuta, però pian piano i miglioramenti si vedono, anche se siamo quasi alla fine di maggio e sono al minimo storico mensile di chilometri...non ricordo a memoria una domenica con zero chilometri prima di quella passata...era ovvio che per riprendersi dai bagordi fatti durante il matrimonio Felipo-Manu ci voleva una gran dormita!!!
Di buono c'è che per questo, le mie gambe mi hanno ringraziato smaltendo le tossine procurate dal "filotto" di gare primaverili...
Per adesso non seguo un programma o una tabella precisa, cerco di fare 4/5 uscite settimanali, inserendo qua e la qualche allenamento più impegnativo a piacere quando ne ho voglia, rigenerando sempre il giorno successivo...
Ho riscoperto quant' è bello corrrere solo per il piacere di farlo, nel senso di programmare l' allenamento in base alle sensazioni del momento...e col il Gps senza Lap ogni chilometro....questo ancora per poco....
Avendo rinunciato a correre la Cortina-Dobbiaco di domenica prossima, se non si inserisce qualcosa di inaspettato, i miei programmi gare sono a lungo termine, di sicuro il 31 luglio c'è l' immancabile Giro al Lago di Resia e poi il 31 ottobre sarà Maratona di Atene (prenotato by born2run), un' altra emozione tutta da vivere e....preparare. In mezzo a tutto questo, il 16 maggio ci è entrata una gara, valida per il campionato di società Master 10 km. Mi ero prefissato di restare in una forbice di media: credevo di valere 3'50''-3'55''/km, invece ho chiuso i 9300 metri a 4'01''/km, complice una velenosa rampa di 700 metri a metà gara e la poca voglia di soffrire che avevo dentro...alla prossima non sarà così!!

Buone corse a tutti!!