MARATONA DI ROMA 20 MARZO 2011

Created by OnePlusYou

sabato 6 novembre 2010



Due medaglie per la mia peggior maratona...




Anche se il titolo del post è eloquente, ad una settimana dalla 28°Athens Marathon mi viene spontaneo e piacevole ripensare alle emozioni che ho condiviso con gli amici dell' Atletica Rotaliana in terra greca. Sono stati 5 giorni intensi dedicati anche a riscoprire i simboli della memoria storica della città di Atene. La rocca dell' Acropoli con il Partenone, il nuovo museo dell' Acropoli inaugurato da poco, il Teatro di Dioniso, l' Odeon di Erode Attico, l' Antica Agorà con il tempio di Efesto, Il Tempo di Zeus Olimpo sono alcuni dei passaggi che esaltano la mitologia e la magnificenza che la città di Atene rappresentavano per la civiltà. Meritano citazione anche il Centro Olimpico teatro delle Olimpiadi del 2004, anche se lasciato nel degrado più assoluto e lo stadio Panathinaikò costruito completamente in marmo pentelico e sede delle prime Olimpiadi della nostra epoca. E' proprio in questo glorioso stadio che era fissata la finish line della Athens Marathon dopo 42 km iniziati nella pianura di Maratona dove nel 490 a.C. il mito dell' invincibilità persiana venne distrutto dall' esercito greco.
Le medaglie, peraltro stupende, sono due perchè oltre a quella conquistata all' arrivo, l' organizzazione ne ha coniata una per l' anniversario dei 2500 anni dalla nascita della maratona.
Già da sabato al briefing pregara all' Athens Gate con Stefano Baldini si era capito che il percorso era duro, salita quasi ininterrotta dal 10 km fino al 31 km con sole in cielo e temperatura prevista abbondantemente sopra i 20°C. Il consiglio di Stefano era di partire controllati tenendo in salita una media che permettesse poi di fare velocità negli ultimi 10 km in leggera discesa. Facile dirlo per un campione olimpico, impossibile o difficile farlo per un master. Per la cronaca quel famoso giorno di sei anni fa lui fece gli ultimi 10 km in poco meno di 29 minuti!!!! Alla cena delle medaglie, la domenica sera, discutendone con lui abbiamo constatato che il suo tempo olimpico del 2004 di 2h10'55'' fatto su questo percorso vale sicuramente 3-4 minuti in meno su una maratona con altimetria più favorevole.
Questa è stata per me la mia prima maratona all' estero ma anche quella in cui ho sofferto di più, fino al 25 km sono riusciti a tenere una buona media, da lì in poi non avevo più le forze per spingere e dal 35 km il mio unico pensiero era di arrivare al traguardo. Negli ultimi 3 km mi sono fermato parecchie volte per bere e per alcuni tratti ho anche camminato, le gambe di legno mi impedivano di correre a 5' al km. A 700 metri dall' arrivo con le ultime forze ho sfilato la bandiera dal taschino e tenendola con le mani sopra la testa mi sono goduto il mio momento di gloria entrando al Panathinaikò correndo il rettilineo finale tra gli applausi del numeroso pubblico . Tempo finale 3h18'40''.
Per le aspettative che avevo per questa maratona il tempo finale non mi soddisfa pienamente, ma mi rendo che con un percorso così difficile e con un po' di stanchezza fisica accumulata era impensabile poter fare di più; in futuro ci sarà sicuramente l' occasione per riscattarsi. Di sicuro di questa avventura resterà un gran bel ricordo, le emozioni provate lungo queste mitiche strade e soprattutto dentro il Panathinaikò resteranno per sempre indimenticabili. Per ultimo ma non meno importante è il grazie per la compagnia ai miei compagni di corse e di avventura: Nerry, Nick 12 e Frate_tack! Che sia la prima di tante!!!
Ciao e buone corse a tutti!
Demis





giovedì 28 ottobre 2010

28° ATHENS CLASSIC MARATHON....
CI SIAMO!!!



















Tutto pronto per volare ad Atene sulle orme di Filippide e di Stefano Baldini...

Sperando di non dimenticare qualcosa:
-Canotta da gara Atletica Rotaliana
-Short da gara Nike
-Breath Termo Mizuno mezza manica
-Manicotti braccia e guanti
-Booster
-Calzini Kalenji Run 800
-Scarpe Mizuno Aero 8 (ma verranno con me anche le Rider 13)
-GPS Garmin e fascia cardio
-Cerotti per capezzoli
-4 bombe Enervit: pregara, 15Km, 25 Km e 35 KM
-Corredo Born2run

Lo start è fissato per domenica 31 ottobre alle ore 9:00 dal campo di battaglia di Maratona, la gara si snoda su di un percorso (quello della Maratona Olimpica del 2004) abbastanza impegnativo con un dislivello verticale di 225 metri distribuito su 20K di asfalto. L' arrivo è al Panathinaikon Stadium, il famoso stadio di marmo bianco costruito in occasione delle prime Olimpiadi del 1896. L' organizzazione dichiara 12.500 maratoneti alla partenza più altri 9.000 per la 5K e la 10K, il meteo prevede per domenica cielo coperto con temperature intorno ai 14°C durante la gara.
Le ultime 3 settimane sono state prevalentemente di scarico per poter assorbire bene lo sforzo della Lake Garda Marathon e per questo ho inserito solo 3 allenamenti di qualità. Unico neo è il paio di chili di troppo che ho preso, ma a parte questo mi sento bene fisicamente.

Time previsto: non so...

Obbiettivo: dare tutto e fermare il cronometro il prima possibile!!!!

Ciao Demis

martedì 12 ottobre 2010

Lake Garda Marathon

L' ho avuto per tutta la settimana prima della gara e c'è l' ho un po' ancora adessso....
Avrò fatto bene o avrò fatto male??? Il dubbio era se interpretare la Lake Garda Marathon come lungo allenante per la più prestigiosa maratona di Atene del 31 ottobre o se onorarla al meglio senza preoccuparmi di risparmiare energie. Nel pregara e durante il riscaldamento non ci ho pensato poi molto, anzi direi poco...infatti col numero attaccato al petto, si sa, le prospettive combiano eccome...in più "che gara è, se non c'è agonismo?". Come si sente dire spesso: l' importante non è partecipare ma metterci il meno possibile!!!
In gara non ci ho pensato proprio per niente, fatto sta che allo start sono partito pimpante, agevolato dalla strada in discesa e non aiutato dal GPS nel controllare l' andatura per via delle continue gallerie. I primi 20 km scivolano via lucidi e veloci, passo alla mezza in 1h33'14'', ma nei pressi di Arco inizio a sentire un senso di stanchezza, cerco di restare positivo e, anche se ho un fastidioso vento in faccia, mi conforto perchè i battiti restano bassi, intorno ai 155 bpm e il respiro appena impegnato. Sulla ciclabile di ritorno da Arco riesco ancora a tenere una buona velocità, ma da Torbole a Malcesine il ritmo cala un po' perchè ci sono dei saliscendi, ma di più perche lo vogliono le gambe, negli ultimi 5 km la maratona mi fa il conto...mi sento pesante e all' entrata del paese di Malcesine mi concedo 10 secondi al passo tra le due salite che anticipano l' arrivo e poco dopo, con il rettilineo finale tutto per me chiudo la seconda mezza in 1h36'23''. Tempo finale 3h09'37'', 72 assoluto.
Anche se resto lontano un abisso dal muro delle 3 ore e sopra di poco più di un minuto rispetto al mio personale, sono comunque soddisfatto, il calo nel finale e la pesantezza alle gambe sono la conseguenza sia dei troppi km fatti nell' ultimo mese, sia della mezza corsa a Villafranca la domenica prima. Adesso settimana tranquilla per smaltire la stanchezza e a pensare cosa fare e come impostare le ultime due settimane prima di Atene.

mercoledì 8 settembre 2010



MARATONE ALL' ORIZZONTE....

Basta allungare un po' lo sguardo che quasi quasi si vedono...ormai manca solo un mese alla Lake Garda Marathon e una cinquantina di giorni alla Maratona di Atene. Gli allenamenti procedono bene, senza problemi fisici...e la voglia di correre è già tanta.
Sono restato un po' indietro nel raccontare l' ultimo periodo, dunque vorrei fare un passo indietro.
Il 31 luglio ho partecipato al Giro del Lago di Resia che si è corso a Curon in Val Venosta, dove sono riuscito a ottenere l' obbiettivo che mi ero prefissato. Ho chiuso i 15,4 km che si sviluppano su un ondulato percorso intorno al lago in 1h02'21'' migliorando di 53'' il tempo dell' anno scorso. Sono partito con i piedi sulla riga con i migliori e i primi km sono andati via ad una media da paura, tanto che al 5 Km al passaggio sulla diga ero già cotto!!! Sul tratto in falsopiano ho calato un po' il ritmo stabilizzando i battiti intorno ai 175 bpm e ho così proseguito fino all' arrivo cercando di tenere la media di 4'/km. Unica pecca la discesa, ho sofferto particolarmente quella in picchiata all' 11 km dove ero duro e imballato, non sono riuscito a mollare le gambe e ho corso più piano degli ultimi 3 km in pianura. Qua forse ho perso 20- 30 secondi. Ne terrò conto per il prossimo edizione.
Dopo il Resia sono partito per le ferie e gli allenamenti sono continuati in terra di "butteri", all' ombra dei pini marittimi della Maremma Toscana. Lì si è girato parecchio passando dal Promontorio dell' Argentario, all' isola del Giglio con Giannutri, a Talamone, Castiglione della Pescaia, Grosseto con gran finale nella stupenda Capalbio.
L' 1 settembre ho corso in casa il 5° Trofeo Piana Rotaliana organizzato ottimamente dalla mia società l' Atletica Rotaliana su un percorso che si sviluppava per le vie del centro storico per un totale di 6.600 mt. Una gara veloce che non mi si addice, sono stato in campana fino al 2° km, poi più niente, infatti ho chiuso con quasi 2 minuti in più rispetto a quello che poteva essere un buon tempo...e anche qua ho sofferto particolarmente la discesa.
Il 5 settembre ero invece a Moena per la Marcialonga Running, una novità per me, visto che non l' avevo mai corsa. 26 km che uniscono il centro di Moena a quello di Cavalese. La gara si sviluppa in discesa per 23 km per poi inpennarsi negli ultimi tre. Folta e prestigiosa la partecipazione: circa 1600 partenti tra cui Orlando Pizzolato e Ottavio Andriani. Vista la distanza significativa e lo spauracchio dell' erta finale, sono partito più controllato del solito.Il percorso in discesa, soprattutto nei primi 6/7 km fino a Predazzo, agevolava molto la media, infatti senza particolare affanno ho tenuto i 3'50''-3'55''/km fino alla salita per Cavalese. Ho fatto quasi tutta la gara in sorpasso e sono passato alla mezza in 1h24'10''. All' inizio della salita sul primo tornante, ho sofferto parecchio il cambio di ritmo ma poi sono salito senza strappare fino all' arrivo. Tempo finale 1h46'11'' per 25,67 km, media 4'08''. Sono soddisfatto del risultato, questa gara mi è piaciuta, sarò sicuramente alla partenza anche il prossimo anno, naturalmente per migliorarmi.
Adesso il programma a breve prevede una novità: il 19 settembre si corre a Trento la Maratonina del Concilio. E' una non competitiva di 10,54 km, (che comunque secondo me vedrà alla partenza atleti d' elitè) che si inserisce in calendario come prova generale per la mezza maratona che si svolgerà a Trento il prossimo anno.
Nel frattempo continua la mia preparazione in vista delle maratone d ' autunno, inserirò in questo mese degli allenamenti di qualità e farò qualche lungo anche sopra i 30 km. Quello che uscirà da tutto ciò mi servirà per capire se nelle gambe c'è lo stesso Ritmo Maratona che c'è in testa.
Ciao e buone corse



giovedì 29 luglio 2010


MENO UNO AL GIRO DEL LAGO DI RESIA
Ebbene sì, sabato 31 luglio alle ore 17:00, dopo più di tre mesi, si ritorna a correre con un numero attaccato al petto. L' occasione è il Giro del Lago di Resia che si corre a Curon in Val Venosta. Il percorso si snoda intorno al Lago da dove sporge il famoso campanile ed è caratterizzato da 15,4 Km impegnativi per via dei sali-scendi continui dal 4° al 11°Km.
Per mancanza di tempo in questo mese ho trascurato assai il blog, ma non l' allenamento. La preparazione per questa gare è durata 5 settimane, nelle quali a mio modo ho inserito un po' di tutto. Ecco il dettaglio:
-Ripetute 6x1000m (4'02''-3'54''-3'54''-3'52''-3'53''-3'46'') recupero in corsa leggera
-Ripetute 8x1000m (3'44''-3'42''-3'45''-3'45''-3'47''-3'48''-3'45''-all' ottava sono scoppiato) recupero al passo fino a Fc=110 battiti al minuto
-Ripetute 4x2000 (3'55''-4'02''-3'56''-3'59'') recupero 3 minuti a 4'30''
-Ripetute in salita 6x100m pendenza 10/12% (tempo tra i 21'' e 25'')
-Ripetute in salita 8x100m pendenza 10/12% (tempo tra i 22''e 25'')
-Ripetute in salita 10x100m pendenza 10/12% (tempo tra 1 22'' e 26'')
-Medio collinare 15,22 Km a 4'18''
-Medio di 14,67 Km a 4'23''
-Giro del Lago di Molveno percorso ondulato su sterrato 16,34 Km a 4'52''
-Bigiornaliero: al mattino 13 Km a 4'11'', al pomeriggio 26 Km di bicicletta
-2 Fartlek
-3 Progressivi
-4 Corse rigeneranti
Totale Km dal 28 giugno al 29 giugno 253Km di cui 26 di bicicletta
Tutto sommato mi sono allenato bene; le temperature da deserto che ci sono state non mi hanno certo aiutato, ma avere 2-3 fontanelle sparse sul percorso dove mi alleno di solito, mi hanno aiutato a non fondere...Una cosa che avevo in programma e che non sono riuscito a fare è l' allenamento di ripetute 10x1000m , ma nei giorni in cui era programmato e mi sentivo in forma, l' afa tropicale mi ha fatto desistere. Dunque per il Resia è tutto pronto, questa settimana è stata di scarico con un giorno di riposo fra un' allenamento e l' altro... finalmente si è corso con un po' di fresco.
L' obbiettivo è uno e uno solo, migliorare 1h03'14'' dell' anno scorso!!!
Good run

domenica 20 giugno 2010

MIDNIGHT SUN MARATHON 2010 TROMSO NORVEGIA 19 giugno 2010

Grandissimo risultato dei miei compagni di squadra dell' Atletica Rotaliana:

Pretto Nicola 2h 54' 10'', 8° assoluto e 4° di categoria
Pretto Stefano 2h 57' 59'', 13° assoluto e 6° di categoria
Rigotti Nereo 4h 43' 28'', 44° assoluto

Complimenti!!!!!!!!!!!!

martedì 25 maggio 2010



Si riparte...


Ero da un po' senza corse e senza post, ma ci sono ancora....e dopo un mese scarso di meritato riposo, fatto per lo più di uscite spensierate, ribattezzato "disintossicazione da chilometri, ho ripreso da una settimana ad allenarmi con una certa costanza,lasciando passare tra una corsa e l' altra un massimo di due giorni...Tutto questo era comunque programmato, in più qualche trasferta extra regionale per lavoro hanno fatto il resto. Devo dire che per riprendere la forma e la lena primaverile è un po' dura.....basta staccare un' attimo che si va a picco. Allenarsi a 25 gradi certo non aiuta, però pian piano i miglioramenti si vedono, anche se siamo quasi alla fine di maggio e sono al minimo storico mensile di chilometri...non ricordo a memoria una domenica con zero chilometri prima di quella passata...era ovvio che per riprendersi dai bagordi fatti durante il matrimonio Felipo-Manu ci voleva una gran dormita!!!
Di buono c'è che per questo, le mie gambe mi hanno ringraziato smaltendo le tossine procurate dal "filotto" di gare primaverili...
Per adesso non seguo un programma o una tabella precisa, cerco di fare 4/5 uscite settimanali, inserendo qua e la qualche allenamento più impegnativo a piacere quando ne ho voglia, rigenerando sempre il giorno successivo...
Ho riscoperto quant' è bello corrrere solo per il piacere di farlo, nel senso di programmare l' allenamento in base alle sensazioni del momento...e col il Gps senza Lap ogni chilometro....questo ancora per poco....
Avendo rinunciato a correre la Cortina-Dobbiaco di domenica prossima, se non si inserisce qualcosa di inaspettato, i miei programmi gare sono a lungo termine, di sicuro il 31 luglio c'è l' immancabile Giro al Lago di Resia e poi il 31 ottobre sarà Maratona di Atene (prenotato by born2run), un' altra emozione tutta da vivere e....preparare. In mezzo a tutto questo, il 16 maggio ci è entrata una gara, valida per il campionato di società Master 10 km. Mi ero prefissato di restare in una forbice di media: credevo di valere 3'50''-3'55''/km, invece ho chiuso i 9300 metri a 4'01''/km, complice una velenosa rampa di 700 metri a metà gara e la poca voglia di soffrire che avevo dentro...alla prossima non sarà così!!

Buone corse a tutti!!

lunedì 26 aprile 2010


Mezza Maratona Merano-Lagundo


Questa è una mezza che mi piace molto ed ero partito con la voglia di onorarla con un buon tempo, ma anche con la consapevolezza di non poter spaccare il mondo vista la mia condizione in fase decisamente calante. E' una tra le mie preferite perchè il circuito è un misto tra città e campagna e perchè è molto partecipata. Questa volta sono partito più controllato, senza strafare, già dalla partenza le sensazioni non erano buone, ma ho cercato di farmele piacere. Con il caldo al limite della sopportazione per corrrere, sono passato ai 10 km in 40'21'', da lì in poi ho iniziato ad avvertire una sensazione di debolezza e di appesantimento delle gambe. Ho rallentato di 10/15'' per un km, poi ho provato a riprendere velocità in fondo alla salita ma niente da fare, le gambe non giravano. Ho rimesso nel taschino il gel che avevo ormai in mano e ho proseguito mestamente fino all' arrivo facendomi sfilare da parecchi atleti. Ho chiuso in 1h29'02'', peggiorando di quasi due minuti rispetto all' anno scorso...dunque è sicuro che sarò alla partenza di questa mezza anche l' anno prossimo!
Ciao e buone corse a tutti!!


sabato 24 aprile 2010

Mezza Maratona Merano-Lagundo
Cena pregara: pappardelle asparagi e prosciutto con spruzzata di prezzemolo, 1/2 l di acqua, mezzo bicchiere di Pinot Bianco, pane integrale, mela in camicia, banana e caffè...

lunedì 19 aprile 2010

MARATONINA DELLA PACE



Si è corsa domenica La Lagarina, una delle due mezze maratone che si svolgono in Trentino. Numerosa la partecipazione di Atletici Rotaliani ma non quella assoluta visto che allo start si contavano poco meno di 300 atleti. Il meteo è stato clemente: è caduta la pioggia fino a poco prima della partenza, poi più niente, cielo coperto e temperatura perfetta per correre. Il percorso, avido di spettatori, dopo una partenza in discesa ed alcuni saliscendi al 4 km e al 9 km, si sviluppava per metà sulla pista ciclabile destra Adige in leggero controvento.
Ero partito con l' idea di correre questa mezza ad un ritmo non troppo elevato per risparmiarmi un po' in vista della gara di domenica prossima (la Mezza maratona di Merano -Lagundo), ma anche perchè in questo periodo mi sento un pò stanco e credo che un po' di riposo sarebbe la giusta ricompensa per le mie gambe. Senza una spiegazione quell' idea però è restata tale, infatti il Garmin mi da per i primi 3 km 3'41'', 3'36'', 3''35/km...chiaramente poi si è pagato il conto. Aldilà dei miei primi tre km, penso che non sia poi così facile in una mezza avere una tattica di gara, se si da per scontato che finire in crescendo è molto difficile, partendo con una media prefissata c'è il rischio di arrivare che se ne ha ancora, al contrario con un partenza troppo veloce c'è quello di dover calare vistosamente nella parte finale e trasportarsi al traguardo. In questo senso secondo me, la maratona è più facile da gestire. Per la cronaca la gara è stata dominata dagli africani con podio tutto keniano: 1h3'50'' è il tempo di tutto rispetto del vincitore. La mia di gara si è chiusa dopo 1h26'27'', 50° assoluto, ma con soddisfazione, 3° di categoria e dunque a podio. Come detto il prossimo appuntamento è per il 25 aprile con la prestigiosa Halbmaraton di Merano, poi forse si stacca per un po'...

sabato 17 aprile 2010



Maratonina della pace



Si corre domani, organizzata dal Crus Pedersano, la Maratonina della pace. La gara si sviluppa su di un nuovo percorso omologato IAFF, anche se per me conta ben poco, visto che sarà la mia prima edizione. La contraddizione sulla pace è che la partenza è stata posticipata dalle 10:00 alle 11:30 per permettere agli artificieri del 2° reggimento guastatori di Trento di far brillare, in località Marco di Rovereto, di un pericoloso residuato bellico della seconda guerra mondiale. Si tratta di una bomba d' aereo americana ancora attiva e mal conservata, contenente 128 kg di esplosivo, prodotta dopo il 1942. Le operazioni di messa in sicurezza del territorio inizieranno alle 9:00 e si protrarranno fino alle 11:00...di qui il posticipo dello start alle 11:30...La speranza è quella di non correre sotto il sole e il meteo sembra confermare che sarà un giornata con cielo coperto. Questa mezza maratona è quella che precede di una settimana quella di Merano-Lagundo, il dubbio è se risparmiarsi un po' e farla passare come un allenamento, ma un gara è una gara e dunque mi sembra giusto pensarla e correrla come un' allenamento veloce.
Buon lavoro agli artificeri e brigatevi!!

lunedì 12 aprile 2010


NEW ENTRY
Dopo numerosi tentennamenti ho deciso per le Mizuno Wave Rider 13, il modello evoluto della Rider 12 che sto attualmente usando da circa 500 km. Nonostante i suoi 310g viene anche passata come scarpa da ritmi veloci/gara. Nel presentarla chi la produce dice che è una scarpa con un'ottima flessibilità, ben ammortizzata, destinata ad atleti di peso medio leggero che si allenano anche su lunghe distanze. Consigliata anche per maratone. Ho tentennato perchè ogni volta vorrei provare qualcosa di un' altra casa, anche se so che questa è la scarpa che si adatta meglio al mio piede; sono già al quarto paio e non ho avuto mai nessun problema. L' alternativa era Adidas Supernova Glide 2 visto che a detta di molti Adidas con l' ultima collezione si è nettamente migliorata rispetto al passato. Sicuramente lo sfizio di provarla me lo prenderò più avanti magari con una A2 visto che le Phantoom ne hanno 350 di km e dunque sono quasi al limite della rottamazione.

mercoledì 31 marzo 2010

MEZZA MARATONA DI CALDARO




Ho corso domenica la mia settima mezza maratona in quel di Caldaro, due giri intorno al lago su un percorso molto ondulato e battuto da un caldo sole che mi ha fatto "soffiare" come un toro già dal primo km...Chiudo con un felice time: 1h27'04'' . 89° assoluto su 476 partenti. Prossima gara 18/04 Mezza La Lagarina o il 25/04 Mezza Merano Lagundo o più probabilmente tutte e due!!!



C'è da sottolinerae la massiccia partecipazione alla gara degli atleti dell'Atletica Rotaliana: ben 19!! Nella foto quattro sono al ristoro post gara!

giovedì 25 marzo 2010









Mezza Maratona Lago di Caldaro

Si corre domenica 28 marzo la 5° edizione della Mezza Maratona del Lago di Caldaro. E' la prima delle due mezze altoatesine che si svolgono in primavera. Anche se per quest' anno l'organizzazione dichiara il record di partecipanti, la halbmaraton di Caldaro di solito è di gran lunga meno partecipata rispetto alla più famosa e internazionale Merano-Lagundo che si correrà il 25 aprile.
Il circuito, immerso tra frutteti e vigneti, prevede il doppio giro intorno all' omonimo lago, la partenza e i primi chilometri sono caratterizzati da una strada piuttosto stretta e nella seconda parte mentre si percorre di ritorno il versante sinistro della valle in direzione Bolzano la strada è in costante salita, con alcuni pezzi piuttosto impegnativi, il dislivello si "pareggia" con una discesa in picchiata posta poco prima dell' arrivo. Per l' altimetria non è sicuramente una mezza da tempi e, anche se il percorso non mi attira particolarmente, questa gara ha per me un significato particolare perchè ha rappresentato la mia prima volta con il pettorale. Era il 05 aprile 2009 (di cui foto a lato) il time fu buono per un esordio: 1h33'27''...122esimo su 351 arrivati.
Oggi sembra che sia passato un secolo da quel giorno e non solo per le due maratone e le altre mezze che ho corso...con maggior esperienza e con la stessa passione domenica sarò lì...
Per chi può, buone corse!!

lunedì 15 marzo 2010



TREVISO MARATHON


Se ne è andata... la mia prima Maratona di Treviso e seconda assoluta a cui ho partecipato... ma non l' effetto adrenalico che una gara così ti lascia in corpo.
E' stata una giornata quasi perfetta per correre, con il sole in cielo, temperatura fresca, unico neo un fastidioso vento contrario che si è fatto sentire per quasi tutta la gara. Bel percorso, fatto di continui saliscendi anche se sviluppato quasi sempre in lunghi rettilinei. Di sicuro c'è da elogiare la cornice di pubblico presente ai lati della strada e soprattutto il loro caloroso e continuo incitamento per noi podisti.
Si è arrivati Treviso di buon' ora e dopo la vestizione e i preparativi di rito, al ritrovo blogpoint ho potuto finalmente conoscere un bel pò di persone che da un pezzo vedevo solo in foto su uno schermo di pc.
Mezz' ora prima dello start, un po' (tanto) in palla per l' agitazione, entro nella gabbia e aspetto lo sparo in compagnia dei Fulminei Bress e Alvin. Due chiacchere e via: come sempre soffro la partenza, infatti le sensazioni dei primi 2-3 km sono pessime ma già dal quarto sento che le gambe iniziano a girare e riesco a tenere bene senza affanno i 4'20''-4'25''/km. Al decimo km raggiungo il numeroso gruppo di margantonio "3h12'00 Monica seguimi", resto lì per un pò ma la media si alza...sento che ne ho e allora nonostante il buco che mi trovo davanti, me ne vado...intorno al 15 km prendo Loretta del Atletica Trento CMB che è alla sua prima maratona scambio con lei due parole e riprendo con il mio ritmo. Passo in solitaria alla mezza in 1h33'21'' media 4'25'/km'...con il sorriso stampato addosso perchè sono in anticipo di tre minuti abbondanti sul time che prevedevo a metà gara. Al 25 km km circa raggiungo due donne dell' Atletica Vittorio Veneto (le beniamine di casa da tanto che venivano incitate dalla gente a bordo strada) con cui mi alterno a fare il ritmo...al 31/32 km trovo il trainer Frate_tack che senza pettorale e proveniente di corsa da Treviso mi fa da spalla fino al 38 km...da qua in poi è un' agonia, le due venete mi lasciano sul posto: vado in crisi...le gambe mi diventano di piombo...mi viene in mente che non ho fatto i lunghi (ecco, lo sapevo)...mi stragiuro che non farò mai più una maratona (mai giurare!!!)...per un lungo secondo penso di fermarmi (piuttosto mi sparo)...mi sento una voragine nello stomaco (non mi sono fatto la pasta appena sveglio)...è incredibile come lo sforzo e la fatica ti facciano diventare in un attimo così pessimista e ti facciano vedere tutto nero. Mi trascino al traguardo anche se il garmin mi darà incredibilmente: 4'31''-4'35''-4'42''-4'24''-4'06'' per gli ultimi 4 km e 195 m...chiudo a braccia alte in 3h08'27 nuovo strepitoso P.B. in maratona. Sono contento, anzi contentissimo, risultato costruito con sacrificio e grande passione. In più c'è la consapevolezza di aver dato quello che avevo dentro, gli ultimi 4 km ne sono la ovvia conferma...


Complimenti al mio compagno di avventura Nerry e un grazie ai fratelli Kenia: Nick12 e Frate_tack, il romano, per il supporto e il tifo!!!


P.S.

Il Sassicaia è rimasto chiuso, una volta a casa, le uniche forze avanzate le ho usate per appoggiarmi sul letto e tirarmi sopra la coperta!! Ma se la guardo, quella bottiglia... e poi chiudo gli occhi... vedo un muro alto e spesso: è quello delle 3h...invecchierà in cantina per sempre?


sabato 13 marzo 2010

domenica 7 marzo 2010

Aspettando Treviso Marathon...






Ad una settimana dalla Treviso Marathon è il caso di fare un punto della situazione, ho buttato dentro pareccchi chilometri, ma mi è mancato lo stimolo o la voglia di fare quei lunghi sopra i 30 km che ti danno consapevolezza e sicurezza in te stesso. Ci ho messo parecchio a recuperare dopo la Mezza di Verona anche perchè non mi sono concesso il giusto e meritato riposo che, il mio fisico e in "primis" le mie gambe, pretendevano. Comunque fisicamente sto bene, il dolore lombare si è trasformato in un lieve fastidio che comunque si fa sentire se supero i 15 km di corsa...nella settimana che verrà sarà di scarico e perchè no di riposo: 2 o 3 uscite di corsa lenta e qualche allungo per tenere i muscoli "svegli"...
Sarà la mia seconda 42k e dunque un pò di timore c'è... in maratona come in qualsiasi altra gara si è quello che si è costruito in allenamento. I dubbi sono dunque sulla tenuta, ma se potrò esprimere il mio potenziale l' obbiettivo è di chiuderla intorno alle 3h 15'' con un RM 4'36''...se verrà qualcosa di meglio la soddisfazione sarà doppia!!



SETTIMANA DI ALLENAMENTI DAL 01/03 AL 07/03

Lun 01/03: riposo
Mar 02/03: 14,67 km a 4' 31''/km fcm 146
Mer 03/03: 13,20 km a 4' 28''/km fcm 143
Gio 04/03: 11,37 km a 4'35/km fcm 143
Ven 05/03: riposo
Sab 06/03: 10,83 km a 4'30''/km fcm 147
Dom 07/03: 19,32 km a 4'47''/km fcm 141

Totale settimana 69,38 km















sabato 27 febbraio 2010

SULLE ORME DI FILIPPIDE...





La leggenda narra che questo individuo, detto Filippide, fu inviato nel 490 a.C. dal villaggio di Maratona all' acropoli di Atene per portare la notizia della vittoria dei greci sui persiani. Tal Filippide, che nei giorni precedenti la vittoria aveva già corso 200 km per recarsi a chiedere aiuto ai militari spartani, percorse 42 km 195 metri senza mai fermarsi e dopo aver gridato l' annuncio della vittoria, morì stremato dallo sforzo.
Quest' anno ad Atene si celebrano i 2500 anni dall' impresa del mitico messaggero portaordini Filippide. 42 km 195 m dall' antico campo di battaglia di Maratona fino al Panathinaikon Stadium, il famoso stadio di marmo bianco. E' il medesimo percorso delle prime olimpiadi del 1896, ma anche quello del 2004, dove l' oro andò ad un certo Stafano Baldini.

"Una gara mitica che non può mancare nella carriera di un maratoneta! Il percorso del leggendario Filippide! Dal villaggio di maratona allo Stadio Olimpico di Atene...

Detto questo una cosa sola resta da fare: andare a correrla!!!

domenica 21 febbraio 2010

PERSONAL BEST

IL PERSONAL BEST DELL' ARENA

Giornata da incorniciare alla Half Marathon di Verona, dove ho corso il mio best time sulla distanza. Lo sentivo tanto nelle gambe e poco nella testa, ma è venuto... il risultato mi ripaga di tutti i sacrifici fatti nell' ultimo mese e mi ridà sicurezza e convinzione in vista della Maratona di Treviso... 1h 25' 20'' real time con 18 secondi limati rispetto alla Mezza di Riva del 15 novembre scorso con 10km su 21 corsi sotto il muro dei 4'/km.
Era la mia prima volta a Verona e il percorso non mi ha entusiasmato in modo particolare, in una citta così bella forse si poteva fare di più, anche l' organizzazione secondo me non è stata impeccabile...ma sicuramente la spettacolare passerella nell' Arena fa passare tutto questo in secondo piano.
Complimenti a tutti i compagni di trasferta dell' Atletica Rotaliana, che nonostante i numerosi infortuni dell' ultima ora, si sono comportati benissimo.

Buone corse a tutti!!!

sabato 20 febbraio 2010


















Mezza Maratona di Verona "Giulietta & Romeo"


Dentro all' Arena ci sono stato una volta sola, per parecchie ore molti anni fa in gita scolastica. Di tutto questo ho un ricordo molto vago.

Domani forse mi verrà in mente tutto anche se ci passerò di corsa...

Per tutti quelli che a Verona ci saranno: IN BOCCA AL LUPO!!!





domenica 14 febbraio 2010


ALLENAMENTI DAL 08/02 AL 14/02

Settimana carnevalesca caratterizzata da 5 allenamenti. Martedì ho differenziato con 3 km a 4'34'', 5 km a 4'10'' e 5 km a 4'30''. Mercoledi corsa veloce con 10/12 allunghi da 200m. Giovedi rigenerante corto. Sabato corsa velolce. Per domenica avevo in programma 20 km, ma per il Carnevale ho dovuto dimezzare. Dopo i 10 km di corsa ne ho fatto forse altrettanti con la bici tandem triplo della foto qui a fianco con gli amici delloWINX CLUB. Le fatine non bevono sali minerali, ma tante birre....

Le sensazioni sono comunque positive, le gambe girano bene, solo la testa non le accompagna le mie corse come dovrebbe. Ho la sensazione che in passato quando mi stavo preparando per qualche gara la mia capacità di resistenza alla fatica era superiore rispetto ad oggi. Nel senso che in questo mese mi ero prefissato di fare alcune uscite con dei fuori soglia, ma di sforare non è successo mai, forse per un blocco mentale, psicologico o non so cosa...
Parlo di fuori soglia anche se attualmente ho solo un valore presunto perchè a quel test non mi sono mai sottoposto, in marzo alla prossima visita di idoneità rimedierò a questa mia mancanza. Nonostante tutto ciò mi sono sempre allenato in maniera intensa, e credo di aver raggiunto un più che buono stato di forma in previsione della Mezza di Verona e della Maratona di Treviso fra quattro settimane.

Ecco il dettaglio della settimana:

Lun 08/02: riposo
Mar 09/02: 12,76 km a 4'23''/km fc media 147
Mer 10/02: 10,28 km a 4'24''/km fc media 147
Gio 11/02: 8,69 km a 4'35/km fc media 147
Ven 12/02: riposo
Sab 13/02: 13,01km a 4'17''/ fc media 155
Dom 14/02: 10,06 km a 4'31''/km fc media 146


Totale settimana 54,8 km

Ciao a tutti

mercoledì 3 febbraio 2010

ALLENAMENTI SETTIMANA DAL 01/02 AL 07/02





Buona settimana con 5 uscite, penultima di carico prima della mezza di Verona del 21 febbraio, ho aumentato un po' il ritmo rispetto alla settimana precedente con buone sensazioni.
Mercoledi ripetute di 2 km di cui due serie in leggera salita con poco recupero al passo.
Giovedi ho inserito alcune variazioni di ritmo 2 km 4'20''/2 km 4'40 perchè ho sentito che avevo recuperato bene lo sforzo del giorno prima.
Venerdi per impegni vari avevo in programma riposo, ma la magia e l'irresistibile tentazione di correre sulla neve fresca, bagnato da quella che cadeva dal cielo, hanno cambiato i miei programmi...no impegni e 10 km fatti in 7/8 cm di manto fresco correndone alcuni dove nessuno era ancora passato...stupendo!!
Domenica lungo in solitaria (ecco il post per Frate_tack) finalmente sotto un caldo sole...via windstopper, guanti, fascia, frontalino a led da zombie...che sia la primavera che inizia a spingere??


Ecco il dettaglio della settimana:

Lun 01/02: riposo

Mar 02/02: corsa media (11,64 km a 4'26''/km 150 fc media)

Mer 03/02: 2 km risc. + 4 rip. 2 km rec. 60'' al passo + 1 km def. (11,45 km a 4'18''/km 152 fc media)

Gio 04/02: corsa media con variazioni di ritmo (12,50 km a 4'37''/km 147 fc media)

Ven 05/02: corsa lenta (10,33 km a 4'54''/km 142 fc media)

Sab 06/02: riposo

Dom 07/02: lungo (22,13 km in 1h39'12'' alla media di 4'29''/km 151 fc media 166 fc massima)


Totale settimana 68,05 km
P.S.
Iscritto a Verona Half Marathon: pettorale 314 prima griglia colore arancio.

martedì 26 gennaio 2010

ALLENAMENTI SETTIMANA DAL 25/01 AL 31/01


ALLENAMENTI SETTIMANA DAL 25/01 AL 31/01:

Il mese di gennaio se ne è andato lasciandoci qua il freddo becco. La merla è ancora qua, presente...
Il mio di mese si è chiuso, assieme alla seconda settimana di carico, con una percorrenza da record: 214,32 km.
Dopo la corsa lenta di martedi, per mercoledi avevo in programma ripetute miste 8x500m+4x1000m, ma dopo essere partito già stanco e svogliato mi sono fermato un pò dopo metà perchè le gambe non giravano e la voglia di forzare era svanita: giornata no!
Giovedi allenamento collettivo con con Nick 12 e Frate_tack, con quest' ultimo che dettava il ritmo. Domenica lungo in solitaria corso per metà con fastidioso vento contro con l' obbiettivo di fare una mezza in 1h30'...


Ecco il riepilogo della settimana:


Lun 25/01: Riposo

Mar 26/01: corsa lenta (10,70 km a 4'47''/km 146 fc media)


Mer 27/01: 2 km risc. + 8 rip. 500m rec. 500m + 1 rip. 1 km rec. 1 km (11,29 km a 4'37''/km 147 fc media


Gio 28/01: corsa veloce (9,97 km a 4'22''/km 154 fc media)


Ven 29/01: riposo


Sab 30/01: corsa veloce (9,15 km a 4'17''/km 156 fc media)


Dom 31/01: lungo (20,74 km in 1h31'47'' alla media di 4'25''/km 156 fc media 180 fc massima)


Totale settimana 61,85 km



P.S.
In tutto questo cosa c' entra la foto in cima?? C'entra, c'entra...Che non si creda che la gnocca piace solo al Tosto!!

sabato 23 gennaio 2010

ALLENAMENTI SETTIMANA DAL 18/01 AL 24/01



Ho iniziato questa settimana a seguire una tabella di allenamento personalizzata. Fatta da me, che non sono un trainer, rubando di qua e leggendo di la tra blog, riviste, tabelle di allenamento di altri, ecc. C'è da dire, che in questa settimana, le giornate sono state particolarmente fredde e correre di sera vestito da polo nord e con il frontalino in testa non è esattamente il massimo... Ho iniziato a forzare un po' e le sensazioni sono state buone. Giovedì, dopo la stanchezza nelle gambe per le ripetute del giorno prima, avevo in programma un lento rigenerante, partenza a mezzogiorno per godermi anche un po' di sole ma dopo 1 km ho incontrato il presidente Mazzalai con il turbo inserito che mi ha tirato il collo per 6 km. Mi ero preventivato un' andatura 4'40''/4'45'' al km, invece siamo andati via a 4'10''/4'20'' al km.
Sabato corsa leggera e spensierata per preparare la gamba al lungo del giorno dopo. Domenica sono uscito alle 9:30 con la folle temperatura di -4,5C° e zero anime vive in giro, dopo due km di riscaldamento ho tenuto l' andatura tra i 4'25''/4'30'' al km per 18 km su un percorso ondulato misto di asfalto e sterrato. Un buon allenamento se tengo conto che era dalla Firenze Marathon che non superavo i 14 km.


Ecco il riepilogo della settimana:

Lun 18/01: riposo
Mar 19/01: riposo causa lavoro
Mer 20/01: 2 km risc. + 6 rip. 1 km rec. 500m + 1 km def. (10,98 km a 4'31''/km 149 fc media)
Gio 21/01: corsa lenta rigenerante (10,68 km a 4'36''/km 151 fc media)
Ven 22/01: riposo
Sab 23/01: corsa lenta (8,75 km a 4'47''/km 141 fc media)
Dom 24/01: lungo (20,18 km in 1h 31' 17'' alla media di 4'31''/km 155 fc media, 168 fc massima)

Buone corse a tutti!

martedì 19 gennaio 2010

PERSONAL TEST

A poco più di un mese dall' inizio delle gare e prima di partire con gli allenamenti un pò più seri, ho deciso di farmi un test per capire il mio stato di forma e se c'è velocità nelle gambe. Domenica 17 gennaio (mentre qualcuno anticipava il calendario con la Montefortiana) sveglia alle 08:30, caffè lungo, vestizione, satellite preso e via...anche se la giornata era di quelle da schifo: non c'era nemmeno un centimetroquadrato di azzurro in cielo, la temperatura era +2C° anche se sembravano tanti di meno e il paesaggio era tetro, il test era ormai programmato. Ne è uscita una corsa di 13 km: 2km risc. + 10 km a 4.13 + 1 km def., 154 la frequenza cardiaca media (stranamente bassa rispetto al solito). Lasciando stare la media sono contento perchè ho avuto delle buone sensazioni e non mi sono sentito quasi mai affannato. Dunque posso dire:



Test positivo!


domenica 17 gennaio 2010

LA MIA STORIA

Era l' ormai lontano giugno 2008 e nel bel mezzo di un periodo poco felice dalla mia vita, dopo un weekend di pesanti bagordi un bel lunedì sera, forse per un bisogno di sfogare e affogare lo stress decisi di uscire per una corsa. Fu un trauma, 3 km fatti a irrazionalmente a tutta, che mi fecero ritornare a casa con gambe spaccate. C'è da dire che era un' eternità che non praticavo un' attività sportiva: i sei anni di bicicletta in periodo di gioventù ed il Velo Sport Mezzocorona erano solo uno sbiadito ricordo. Correre non mi conquistò subito ma quella corsa, messa lì così, fu la prima seguita da tante altre. Andavo a correre a giorni alterni aumentando di tanto in tanto il chilometraggio. Il benessere che tutto ciò mi dava è stato immediato, sono passato da 92 chili a 85 in poco più di due mesi ma soprattutto mi sentivo migliore, più tonico muscolarmente, fiero di me stesso, ma soprattutto felice per quello che facevo. Forse non me ne resi conto subito: ma la corsa era entrata nella mia vita! E solo chi corre sa cosa vuol dire! Ho corso per tutto l' inverno con qualsiasi situazione di tempo e temperatura e a volte quando per qualche motivo non potevo mi saliva l' incazzatura. Ho iniziato così a seguire qualche blog sportivo e a informarmi su tutto quello che riguardava il running e nel frattempo saliva dentro di me la voglia di competizione. Fu cosi' che decisi di iscrivermi alla Mezza Maratona del Lago di Caldaro dopo essere passato dal medico per l'idoneità. Fu una soddisfazione enorme finirla col il sorriso stampato, pensando...e chi mi ferma più...Poi venne la Mezza Merano Lagundo e tante altre fino al pensiero a me più inimmaginabile un anno e mezzo prima: correre la maratona... 42,195 metri...dal pensiero all' iscrizione, passando per la Mezza Maratona di Riva e due mesi di preparazione, mi ritrovai a Firenze con gli amici dell' Atletica Rotaliana e altre 10.000 persone...In questa stupenda città, l' inesperienza, l' agitazione, le paure, i dubbi, il pensiero di non farcela hanno reso questa esperienza ancora più speciale e indimenticabile. Il momento della partenza da Piazzale Michelangelo, i passaggi da Piazza della Signoria, Campanile di Giotto, Santa Maria del Fiore, Porta Romana, Parco delle Cascine e infine arrivo in Piazza Santa Croce con la sua statua di Dante fra due ali di folla sono alcuni dei momenti di un' emozione ininterrotta e indelebile che mi porto dentro. Una grande soddisfazione personale!
Nel 2009 mi sono attaccato addosso nove pettorali, spero che il 2010 sia ancora più pieno di soddisfazioni...
La mia stagione inizierà con la Mezza Maratona di Verona del 21 febbraio...e per il primo traguardo mancano solo 36 giorni!

venerdì 15 gennaio 2010

Primo post

hh Eccomi sono demis e questo è il mio primo post.
Con questo blog spero di condividere la mia passione per la corsa e non solo con tutti quelli che lo vorranno. Accetto critiche, suggerimenti e consigli!